Sanificazione degli ambienti interni: arriva RefineAir Photoionix

La sanificazione di ambienti interni e superfici da oggi è più facile. Per combattere l’inquinamento indoor di case e locali, e quindi anche la presenza di virus e batteri, a volte non basta solo l’igiene, per quanto accurata. La disinfezione ambientale riguarda non solo le nostre abitazioni, ma anche uffici, scuole, alberghi e mezzi di trasporto. 

L’inquinamento delle nostre case, così come di tutti gli ambienti interni, è monitorato anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che stima come il 92% della popolazione mondiale trascorra la maggior parte del tempo in ambienti chiusi e circa 3 milioni di decessi ogni anno sono riconducibili all’inquinamento indoor. Polline, muffe, acari, virus influenzali, sostanze chimiche e peli di animali sono, ad esempio, tra gli agenti che rendono l’aria di casa inquinata. Ma anche gli odori che arrivano della cucina, l’umidità e il fumo di sigaretta possono creare ambienti poco salubri. Negli uffici, inoltre, anche le sostanze rilasciate da toner e inchiostri possono sprigionare elementi pericolosi per la salute. Nel caso dei virus influenzali, poi, quando si starnutisce o si tossisce i batteri circolano nell’aria, ma possono anche depositarsi su oggetti, divani, sedie imbottite e pavimento.

Per questo, le aziende del settore sono già attive nella progettazione e creazione di apparecchi che possano garantire una sanificazione continua degli ambienti.

Come sanificare gli ambienti interni con RefineAir Photoionix

Da RefineAir, azienda che si occupa delle problematiche legate alla qualità dell’aria indoor, arriva RefineAir Photoionix che utilizza dispositivi di sanificazione attiva dell’aria e delle superfici con un’applicazione continua H24. Il sistema di sanificazione fotocatalitico elimina la carica microbica e i composti organici volatili (VOC) dall’ambiente e dalle superfici, contribuendo a ridurre la presenza di virus, batteri, muffe, lieviti, VOC, PM2,5 e PM10.

RefineAir Photoionix è già attivo in una scuola di Portici e permette a circa mille studenti di studiare in aula senza indossare la mascherina. Il dispositivo attivo in continuo, infatti, permette di portare nell’ambiente particelle di perossido di idrogeno (acqua ossigenata) che sanificano l’ambiente abbassando la carica virale batterica.  

La tecnologia di RefineAir Photoionix

RefineAir ha unito la PCO Technology e la ionizzazione bipolare Dust Free nel dispositivo Photoionix, inserendo anche nella ripresa dell’aria un filtro ricoperto da biossido di titanio per trattenere il particolato solido che viene abbattuto grazie all’azione combinata del TiO2 e i LED UV-A ad alta intensità. La ionizzazione bipolare fornisce alla PCO Technology un maggiore apporto di ioni positivi e negativi efficaci per la neutralizzazione di patogeni e inquinanti. Il sistema di sanificazione fotocatalitico RefineAir Photoionix è studiato per essere installato in ambienti di piccole dimensioni quali studi medici, studi odontoiatrici, degenza ospedaliere, laboratori di analisi, uffici, aule scolastiche, asili nidi, toilette, ascensori, dispense alimentari, luoghi piccoli con medio affollamento e carichi inquinanti elevati. La doppia tecnologia aumenta l’efficienza del Photoionix. Il sistema di sanificazione PHOTOIONIX è in grado di igienizzare l’aria e le superfici, decomponendo le sostanze nocive normalmente presenti in ambienti e neutralizzando gli odori sgradevoli. Riduce virus, batteri, muffe, lieviti, VOC, PM 2,5 e PM 10. Il design semplice ed essenziale è progettato per rispondere alle più restrittive esigenze di installazione. 

CLICCA E SCOPRI REFINEAIR PHOTOIONIX SISTEMA DI SANIFICAZIONE ATTIVA PER ARIA E SUPERFICI

Apri la chat